condividi

Giornata Internazionale delle Donne, il messaggio del Presidente Francesco Roberti


 
Albero di mimose

La Giornata Internazionale della Donna ci induce sempre a profonde riflessioni, oggi più che mai in piena emergenza sanitaria.

Ancora oggi la donna, spesso, subisce discriminazioni, soprattutto sul luogo di lavoro, e violenze nell'ambito dell'alveo familiare, quest'ultimi registrati anche durante i periodi di lockdown. La crisi generata dalla pandemia ha acuito non solo le diseguaglianze sociali, ma anche quella di genere.

Si deve ancora far molto in termini di crescita culturale nel nostro Paese, sia in tema di pari dignità lavorativa sia sulla partecipazione delle donne nei processi decisionali politici ed economici. Secondo il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum, l'Italia è risultata al 76° posto su 153 Paesi nel mondo per la parità tra uomini e donne.

Per quel che concerne, invece, la partecipazione al mercato del lavoro l'Italia si posiziona al 95° posto. Abbiamo visto tutti l'importante ruolo della donna nel corso di quest'anno di pandemia. Nel settore sanitario le donne ricoprono una presenza importante.

Secondo i dati dell'INAIL del 31 gennaio 2021, il 70% del totale dei contagiati sul lavoro è risultata essere donna con le infermiere in testa.

Il mio abbraccio virtuale, oggi, va a tutte le donne, affinché si continui a lavorare per garantire sempre la pari dignità tra uomo e donna. Sono obiettivi fondamentali per chi ricopre ruoli istituzionali, fermo restando che, come tutte le giornate di sensibilizzazione, non possiamo prescindere da un cambio culturale che deve partire dai più giovani, che rappresentano il futuro della nostra società civile.

 
Valuta questo sito: COMPILA IL QUESTIONARIO