1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
condividi

Comunicazione istituzionale

Seleziona anno:
  1. 2022
  2. 2021
  3. 2020
 

05/12/2022
‘Eccellenze Molisane al Timone’, tutti i premiati

Una serata di gala ben riuscita e che ha messo in luce tanti professionisti affermati nel nostro territorio e fuori dai confini regionali e nazionali.

La 3^ edizione dell’evento ‘Eccellenze Molisane al Timone’, tenutasi alla Piana dei Mulini, a Colle d’Anchise, organizzata dalla Provincia di Campobasso e dall’Ufficio della Consigliera di Parità, ha rispettato in pieno le aspettative della vigilia.

Organizzato dal Presidente Francesco Roberti, dai consiglieri provinciali Simona Valente (delegata alle Pari Opportunità), Alessandro Pascale (delegato alle Politiche Europee) e dalla Consigliera Provinciale di Parità dell’ente di Palazzo Magno, Giuditta Lembo, ‘Eccellenze Molisane al Timone’ ha confermato la bontà dell’iniziativa itinerante, che si era tenuta a Ripalimosani nel 2020 e a Termoli nel 2021.

A condurre la serata, l’attore molisano Giorgio Careccia, il quale ha avuto anche modo di improvvisare un simpatico siparietto con l’attore Alessandro Tersigni, presente alla serata in compagnia della moglie, Maria Stefania Di Renzo, affermata ballerina molisana, premiata dalla Provincia di Campobasso.

“La Commissione dell’evento ‘Eccellenze Molisane al Timone’ ha sempre un bel lavoro da fare – 
ha affermato il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti – I molisani sono persone laboriose, che mettono in quel che fanno cuore, passione, dedizione, professionalità e competenza. Siamo orgogliosi di coloro che si sono affermati in regione, di chi ha deciso di restare investendo in Molise, di chi è stato fuori e poi è tornato, portando sul territorio l’esperienza acquisita in Italia e all’estero, e di coloro che, partiti dal Molise, sono professionisti affermati nei rispettivi settori lontano dalla propria terra, ma che portano la ventesima regione d’Italia sempre nel cuore, promuovendola nel mondo. A tutti i premiati va il nostro grazie per quello che fanno. Un sentito ringraziamento va ai consiglieri provinciali Simona Valente, Alessandro Pascale e alla consigliera provinciale di Parità, Giuditta Lembo, per aver ideato un format di evento che piace sempre di più”.

“Da tre anni premiamo le Eccellenze Molisane – 
hanno affermato, durante la serata, i consiglieri provinciali Simona Valente e Alessandro Pascale, insieme alla Consigliera di Parità, Giuditta Lembo – Il nostro obiettivo è quello di riconoscere il giusto merito istituzionale a chi si è distinto per particolari meriti. In tre anni l’evento è cresciuto sempre di più e, terminata questa edizione, ci rimetteremo immediatamente al lavoro per pensare a quella del 2023, quando sicuramente ci saranno ulteriori elementi di novità”.

Premi alla Carriera: 
Maria Stefania Di Renzo, Oreste Sbarra, Stefano Sabelli, Antonello Carozza, Antonio D’Attellis, Giovanni Mancinone.

Premi Eccellenze al Merito: 
Diego Florio, Palma Spina, Romeo Cirelli, Marco Caldoro, Ilaria Bucci, Incas Produzioni, Giovanna Giannotti, Francesco Palumbo e Mariangela Boccardi.

Premi Speciali Eccellenze al Merito: 
Pasquale Iacobucci, Serenella Gregorio, Giuseppe Iacobucci, Carla Maria Russo, Pierpaolo Giannubilo.

Premi alla Memoria: 
Maria Carla Calì, Fernanda Fidenzio, Claudia Giannotti.

Eccellenze Imprenditoriali al Femminile: 
Giovanna, Antonella e Raffaella Colavita Pastificio Camp’oro srl, Marisa Vecchiarelli, Livia Mancini, Rosa Maria Vittoria, Dorothy Albanese.

Premi Speciali Eccellenze al Merito: 
Associazione Molise Incanto di Sabina Mascia e Tiziana Martinelli, Associazione Culturale La Mantigliana Cultori del Costume Campobasso, Associazione Dalla Parte degli Ultimi Onlus Campobasso, Caritas Campobasso – Bojano, AVIS Termoli, 118 Molise, Centro Antiviolenza Liberaluna Campobasso, Io Sono Speciale Centro per l’Autismo Infantile Campobasso, Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili Campobasso. 

 

[31/10/2022]
Venti anni dalla tragedia di San Giuliano di Puglia.

C'è una storia prima del 31 ottobre 2002 e una storia dopo il 31 ottobre. Un prima e un dopo di una data tra le più tristi, se non la più triste, della storia del Molise e di San Giuliano di Puglia. Un boato, il crollo e il silenzio assordante.

In venti anni sono state tante, forse troppe, le parole spese per quella tragedia in cui persero la vita 27 piccoli alunni e una maestra della scuola di San Giuliano di Puglia.

Il pensiero va sempre alle famiglie e ai genitori, segnati da un dramma indelebile nella vita di tante persone: degli stessi bambini che riuscirono a salvarsi, delle loro famiglie, di coloro che prestarono i soccorsi.

Sono trascorsi venti anni, ma l'eco del dolore e della tristezza non si è mai spento e mai si spegnerà. Ogni anno, il 31 ottobre, è il momento della riflessione e della nostra vicinanza a tutti coloro che, da venti anni, soffrono nel silenzio delle proprie case per un dolore mai domo.

Il nostro pensiero e il nostro continuo incoraggiamento va a tutti quei ragazzi, oggi adulti, che hanno reagito con una forza d'animo, da cui prendere esempio, riuscendo a imporsi nel mondo della scuola, del lavoro, dello sport e della società con storie che ci insegnano tanto e da cui prendere anche esempio.

Quel 31 ottobre 2002 ha segnato un profondo spaccato. Una tragedia, che non sarebbe dovuta mai accadere, di colpo, accese i riflettori su un tema particolare: quello della sicurezza degli edifici scolastici.

Tanto è stato fatto e tanto si dovrà ancora fare per assicurare ai nostri figli quella tranquillità di poter trascorrere buona parte della propria giornata senza pericoli. Il compito delle istituzioni è quello di non abbassare la guardia, affinché gli istituti scolastici diventino una 'bolla', laddove gli studenti possano studiare, divertirsi, fare le loro prime esperienze senza alcun pericolo.

 



















Valuta questo sito: COMPILA IL QUESTIONARIO