condividi

Al via le giornate europee della mobilità e del volontariato

Tre giornate dedicate interamente alla mobilità giovanile, al volontariato e alla conoscenza delle possibilità offerte dalla Commissione Europea grazie alle attività e all'impegno del centro Europe Direct della Provincia di Campobasso, dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Molise e alla collaborazione dell'Itas "Sandro Pertini" del capoluogo regionale.
 
La tre giorni, che partirà domani  7 giugno e si concluderà il 9 giugno prossimo, è destinata ai dirigenti scolastici e ai docenti referenti della dimensione europea dell'istruzione e dell'associazionismo/volontariato nonché agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
Presso l'Itas Pertini di Campobasso (in via Scardocchia), dalle 9 alle 13 del 7, 8 e 9 giugno si terrà una serie di incontri dedicati al tema delle Giornate europee della mobilità e del volontariato.
 Si comincia con un convegno dedicato alle voci della comunità scolastica e associativa, poi sarà il turno delle attività proposte dalle associazioni e dalle scuole locali che saranno opportunamente pubblicizzate attraverso l'allestimento di alcuni stand visitabili dai docenti e dalle scolaresche. 
 
Il tema della mobilità è di certo molto rilevante: la Commissione Europea, infatti, sta lavorando alacremente da anni affinché la mobilità giovanile, sia essa dovuta a motivi di studio che di lavoro oppure di esperienza interculturale, divenga sempre più una prassi. Ai più noti programmi comunitari Youth in Action e Life Long Learning si è aggiunto infatti Youth on the Move lanciato quest'anno a Firenze in occasione della Festa dell'Europa.
Secondo la strategia Et2020, infatti, entro il 2020 almeno il 50% dei giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni dovrebbe fruire della possibilità di partecipare alle forme di mobilità transfrontaliera in una delle varie fasi del loro percorso formativo. Un obiettivo che potrà essere raggiunto se la mobilità giovanile interesserà ogni anno poco più del 6% degli studenti universitari, il 3,5% di partecipanti a corsi e tirocini professionali, lo 0,5% di studenti della scuola secondaria e poco più dell'1% dei giovani che intendono svolgere un'attività non retribuita all'estero. 
 
A questo scopo il Centro Europe Direct della Provincia di Campobasso ha confermato il suo impegno e le capacità attivando importanti iniziative secondo le linee guida della Commissione Europea. La manifestazione infatti consentirà l'incontro, lo scambio di esperienze, la conoscenza delle opportunità esistenti in tema di mobilità giovanile e valorizzazione dell'apporto quotidiano del mondo scolastico e di quello delle associazioni di volontariato locali. 
 
Il coordinamento dell'evento è stato affidato al Centro Europe Direct della Provincia di Campobasso, all'Ufficio scolastico regionale e alla dirigenza scolastica dell'Itas Pertini.

Valuta questo sito: COMPILA IL QUESTIONARIO