Punti salienti della plenaria.

Punti
salienti della plenaria.
Il PE ha discusso dell'impatto sull'UE
della guerra in Ucraina, chiesto la revisione delle norme

sulle elezioni UE e analizzato la
preparazione dell'UE contro gli attacchi informatici.

Ucraina . Mercoledì,
in un dibattito con la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen gli
europarlamentari hanno discusso le conseguenze sociali ed economiche che la
guerra della Russia in Ucraina sta avendo sull'UE. Gli europarlamentari hanno
chiesto un sostegno unificato da parte dell'UE ai cittadini e alle imprese
colpite dalla guerra. Giovedì, gli europarlamentari hanno esortato l'UE a
proteggere le rifugiate ucraine dalle violenze e, in un'altra risoluzione,
hanno chiesto alla Russia di restituire gli aerei sottratti. Conferenza sul
Futuro di Europa. Dopo un anno di incontri e scambi di idee, nel corso dell'evento
del 9 maggio la Conferenza sul Futuro dell'Europa consegnerà le sue proposte di
cambiamento. Gli europarlamentari hanno chiesto la convocazione di una
convenzione in modo da apportare ai Trattati UE le modifiche necessarie per
realizzare i cambiamenti. Martedì, durante un dibattito in plenaria il Primo
ministro italiano Mario Draghi ha inoltre sottolineato il bisogno di riformare
l'UE per garantire la crescita sostenibile e la transizione. Revisione delle
regole per le elezioni UE Nella stessa giornata, il Parlamento ha adottato la
proposta di modifica delle regole che disciplinano le elezioni europee. Le
modifiche consentirebbero agli

elettori non solo di
scegliere il loro candidato per il Parlamento, ma anche di sostenere un partito
politico

europeo e un candidato
alla presidenza della Commissione europea. Caricabatteria universale Mercoledì,
il Parlamento ha adottato la propria posizione sulle nuove norme per un
caricabatteria universale

ed è ora pronto ad
avviare i negoziati con i governi UE. Le nuove regole mirano a ridurre la quantità
di rifiuti elettronici designando la porta USB di tipo C come il nuovo standard
di ricarica per idispositivi portatili. Intelligenza artificiale. La relazione
finale della commissione speciale del Parlamento sull'intelligenza artificiale
in un'era digitale, adottata martedì, mette in guarda dal fatto che l'UE sia
rimasta indietro nello sviluppo, la ricerca e gli investimenti nel campo dell'IA
e debba adesso accelerare il suo gioco. La relazione sostiene che l'UE deve
fissare standard globali dell'IA e sbloccarne il suo potenziale per affrontare
le sfide nel campo della salute, l'ambiente e il cambiamento climatico.
Inoltre, propone una tabella di marcia dell'IA fino al 2030. Preparazione dell'UE
contro gli attacchi informatici. Sulla scia di centinaia di attacchi
informatici contro l'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, martedì gli europarlamentari
hanno discusso le capacità di difesa informatica dell'UE e hanno sottolineato
la necessitàdi rafforzare la sua resilienza contro la guerra ibrida del
Cremlino. Sostanze chimiche nocive nei rifiuti. Al fine di creare nell'UE un'economia
circolare priva di sostanze tossiche, martedì gli europarlamentari hanno
approvato le nuove regole per ridurre la quantità di inquinanti organici
persistenti (in inglese. POP:Persistent Organic Pollutants) amessa nei prodotti
e nella catena di riciclo. Minacce alla sicurezza dei giornalisti e alla
libertà dei media Martedì, in occasione della Giornata mondiale della libertà
di stampa, gli europarlamentari hanno discussodelle minacce ai giornalisti e
alla libertà dei media. Inoltre il Parlamento ha ufficialmente lanciato il
bando d'iscrizione al Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo. Il
Premio è un riconoscimento per il giornalismo d'eccellenza che promuove o
difende i principi e i valori fondamentali dell'Unione europea.Estensione del
certificato Covid. Giovedì il Parlamento ha sostenuto la proroga di un anno del
certificato Covid fino a giugno 2023, proponendo una revisione dopo sei mesi. I
negoziati con il Consiglio per concordare la proroga potranno

iniziare
immediatamente. Discarico del bilancio Mercoledì il Parlamento ha certificato
la conformità delle spese 2020 della maggior parte degli enti UE, ad eccezione
dell'agenzia di controllo delle frontiere Frontex, del Comitato economico e
sociale e del Consiglio UE. Il discarico della guardia di frontiera e costiera
è sospeso fino a quando non sarà

disponibile il
rapporto completo dell'indagine dell'OLAF. Inoltre, come accade ormai da oltre
un decennio,

gli europarlamentari
hanno rinviato il discarico per il Consiglio, a causa della mancata
collaborazione.

https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/eu-affairs/20220428STO28118/punti-salienti-della-pl...

conferenza-sul-futuro-dell-europa-ia
(Parlamento Europeo)




Fonte: EUROPA & MEDITERRANEO ANNO XXIV N.° 19/22 DEL 11/05/2022


 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO