La Commissione vara uno sportello unico a sostegno dei ricercatori ucraini

La Commissione vara uno sportello unico

a sostegno dei ricercatori ucraini.


La
Commissione ha varato il portale "Spazio europeo della ricerca per
l'Ucraina" (ERA4Ukraine), uno sportello unico per

servizi
di informazione e sostegno destinati ai ricercatori ubicati in Ucraina e a
quelli che fuggono dall'Ucraina.La Commissione ha varato oggi il portale
"Spazio europeo della ricerca per l'Ucraina" (ERA4Ukraine), uno
sportello unico per servizi di informazione e sostegno destinati ai ricercatori
stabiliti in Ucraina e a quelli che fuggono dall'Ucraina. Il portale riunisce iniziative
a livello di UE, iniziative nazionali e iniziative avviate da gruppi non
governativi. Con questo portale si intende aiutare i ricercatori in questione a
trovare un alloggio e opportunità di lavoro, facilitare il riconoscimento dei
loro diplomi e offrire altri servizi. Il portale ERA4Ukraine è stato avviato
sulla rete

EURAXESS
esistente che sostiene i ricercatori collegando oltre 600 centri e 43 portali
nazionali degli Stati

membri
dell'UE e dei paesi associati a Orizzonte Europa. Tutte le informazioni saranno
rapidamente disponibili

sia in
inglese che in ucraino. Ogni Stato membro e paese associato dispone di un
portale nazionale sul quale i

servizi
di assistenza sono elencati in modo strutturato.Sono già disponibili 30 portali
nazionali.

Mariya
Gabriel, Commissaria per
l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, ha dichiarato:

"Sosteniamo i ricercatori e gli innovatori dell'Ucraina che
devono far fronte a circostanze senza precedenti a


seguito dell'invasione russa del loro paese. Gli scienziati e i
ricercatori ucraini hanno contribuito in modo determinante


alla ricerca e all'innovazione dell'UE. In attesa della ratifica
dell'associazione dell'Ucraina a Orizzonte Europa,


abbiamo fatto in modo che i beneficiari selezionati possano già
ricevere finanziamenti dai programmi di


R&I dell'UE. Il varo odierno di ERA4Ucraina è un'altra
importante iniziativa a sostegno dei nostri omologhi ucraini."


Nella
stessa ottica, sin dalla settimana scorsa Maria Leptin, presidente del
Consiglio europeo della ricerca

(CER),
ha chiesto a tutti i 5600 beneficiari del CER di offrire impieghi temporanei ai
ricercatori rifugiati e al

personale
di sostegno ucraini.

Questa
nuova iniziativa CER è inserita nel portale ERA4Ukraine. Nell'arco di un paio
di giorni sono già arrivate

380
offerte. A questo proposito è stato pubblicato un comunicato stampa reperibile
qui.

Altre
iniziative dell'UE prevedono l'accesso al Science4Refugees, un'iniziativa
EURAXESS che offre tirocini e

posti
di lavoro part-time e a tempo pieno ai rifugiati ma anche l'accesso ad una
comunità di ricerca europea,

Sostegno
dell'UE all'Ucraina, e a MSCA - Ricercatori a rischio.

Il
portale ERA4Ukraine rinvia anche a #Science4Ukraine, un gruppo comunitario di
studenti e ricercatori volontari

provenienti
da istituti accademici europei e di tutto il mondo. I volontari raccolgono e
diffondono informazioni

sulle
opportunità di sostegno a livello universitario, nazionale e internazionale per
studenti laureati e ricercatori

direttamente
affiliati a un istituto accademico ucraino.

Contesto

L'aggressione
militare russa contro l'Ucraina ha provocato in Europa la più grande crisi
umanitaria degli ultimi

decenni.
La Commissione europea e gli Stati membri stanno lavorando su tutti i fronti
per sostenere l'Ucraina

con
aiuti umanitari e servizi di protezione civile. Allo stesso tempo la
Commissione ha adottato varie misure per

offrire
sostegno nel settore della ricerca e dell'innovazione.

Nell'ottobre
2021 l'Ucraina ha firmato l'accordo di associazione sia a Orizzonte Europache
ai programmi

Euratom
di ricerca e formazione. Questo accordo non è ancora entrato in vigore a causa
di ritardi, da parte

ucraina,
nel processo di ratifica che è ora stato interrotto. Nel frattempo, la
Commissione ha adottato misure

amministrative
per garantire che i beneficiari ucraini selezionati possano ricevere
finanziamenti dai programmi

dell'UE
di ricerca e innovazione.

Il 3
marzo la Commissaria Mariya Gabriel ha
annunciato che la Commissione europea non avvierà ulteriori progetti

di
cooperazione con organismi russi. Ha inoltre sospeso la preparazione delle
convenzioni di sovvenzione

relative
a progetti del programma Orizzonte Europa che coinvolgono organizzazioni di
ricerca russi. La firma dei

nuovi
contratti è stata sospesa fino a nuovo ordine. Anche i pagamenti agli organismi
russi nell'ambito di contratti

esistenti
sono stati sospesi fino a nuovo ordine.

L'iniziativa
ERA4Ukraine è ospitata da EURAXESS, un'iniziativa paneuropea unica che offre
servizi di informazione

e
sostegno ai ricercatori professionisti. Sostenuta dall'Unione europea, dagli
Stati membri e dai paesi associati,

favorisce
la mobilità dei ricercatori e lo sviluppo delle carriere, rafforzando nel
contempo la collaborazione

scientifica
tra l'Europa e il mondo. EURAXESS è una rete di oltre 600 centri e 43 portali
nazionali in tutti gli

Stati
membri dell'UE e nei paesi associati. Anche la Svizzera e il Regno Unito
dispongono di amministratori nazionali.

https://italy.representation.ec.europa.eu/notizie-ed-eventi/notizie/la-commissione-vara-uno-sportell...

sostegno-dei-ricercatori-ucraini-2022-03-22_it

(Rappresentanza
in Italia della Commissione Europea)

Fonte : Europa & Mediterraneo n.° 12 23/03/22

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO