Da Ue misura salva-arance su import dai Paesi extra Ue.

Da Ue misura salva-arance su
import dai Paesi extra Ue.

 Accolte pressioni Paesi produttori con organizzazioni
italiane. Le importazioni di arance in arrivo in Ue dai Paesi terzi dove è
presente la Thaumatotibia leucotreta (Falsa Cydia), la falena potenzialmente
pericolosa per questa produzione, saranno sottoposte ad un trattamento a
freddo, una misura già in atto per gli Stati Uniti e i Paesi Asiatici. Lo ha
stabilito Bruxelles, dove il Comitato Permanente per la Salute delle Piante ha
accolto le pressioni dei principali Paesi produttori di agrumi. Una misura che,
comunque, non riguarderà mandarini, pompelmi poiché il rischio di trasmissione
è considerato basso. Si tratta - spiega una nota - di un grande risultato delle
azioni svolte da Confagricoltura, Alleanza delle Cooperative
Italiane-Agroalimentari e CIA-Agricoltori Italiani, che nelle scorse settimane
avevano sensibilizzato il Mipaaf, il Parlamento europeo e la Commissione Ue, in
stretto collegamento con i principali produttori europei aderenti al Gruppo di
Contatto 'Agrumì (Spagna, Francia e Portogallo). «Ringraziamo le istituzioni
che si sono attivate a tutela di un comparto che rappresenta un'eccellenza
agricola e posiziona l'Italia al secondo posto nella produzione europea, il
primo produttore è la Spagna - affermano le organizzazioni - Il lavoro avviato
continua per estendere la misura preventiva ad altre produzioni agrumicole che
potrebbero essere infestate dalla Thaumatotibia leucotreta». (ANSA)

 fonte : Europa & Mediterraneo n.° 06 del 09/02/2022

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO