VIDEOCONFERENZA DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO EUROPEO 30 MARZO 2021

Il 30 marzo i maggiori esponenti dell'Unione europea si sono riuniti
in una conferenza per definire in maniera molto chiara l'attuale situazione
epidemiologica. Ulteriormente sono state approfondite aggiuntivi argomenti
quali le relazioni transatlantiche con il presidente degli Stati Uniti Joe
Biden, situazione nel Mediterraneo orientale, le relazioni con la Russia, il mercato
unico, l'agenda digitale e il ruolo internazionale dell'euro.

In riferimento al tema della situazione epidemiologica legata al
COVID-19, è stato stabilito che l'Unione europea debba velocizzare la
produzione, la consegna e la diffusione dei vaccini, di modo che si riesca a
superare la crisi di questo difficile momento storico. In aggiunta le aziende
che si occupano della produzione vaccini devono assicurare i numeri che hanno
stabilito in precedenza. Da parte dei membri del Consiglio europeo è stata
rilasciata una dichiarazione in cui ribadiscono:

"Invitiamo il Comitato dei rappresentanti
permanenti ad affrontare la questione della velocità di consegna dei vaccini
nel momento in cui si assegneranno i 10 milioni di dosi accelerate di
BioNTech-Pfizer nel secondo trimestre del 2021 in uno spirito di
solidarietà."

Per garantire successivamente la graduale remissione delle
restrizioni, è fondamentale che attualmente le restrizioni si mantengano anche
per quanto riguarda i viaggi non necessari, al contrario devono essere
assicurati il libero flusso di beni e servizi nel mercato unico.

E' stato dichiarato all'interno della conferenza l'importanza di avere
un mercato unico notevolmente forte e al tempo stesso molto funzionante. Questo
è il motivo per cui l'Unione europea sottolinea l'importanza di migliorare la
competitività di tutte le imprese, comprese le PMI, che si trovano nell'UE,
visto che dovrebbe aiutare la loro riprese. I modi In cui l'UE si agirà
saranno:

-         
Accelerare
le transazioni verde e digitale;

-         
Affrontare
le dipendenze strategiche.

I membri del Consiglio europeo evidenziano la necessità si migliorare
il benessere digitale, infatti la Commissione ha pubblicato una comunicazione
dal titolo "Bussola per il digitale 2030: il modello europeo per il decennio
digitale", in cui si mettono in evidenza tutte le condizioni per far si che ci
sia uno sviluppo digitale dell'Europa.

In
riferimento alle relazioni transatlantiche i leader hanno trattato questa
questione con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Durante questa
videoconferenza il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha dichiarato:

"Partiamo da questa amicizia per dare forma a una nuova
mentalità transatlantica. Una base solida per la nostra rinnovata
cooperazione."

Successivamente si è trattata la tematica inerente alla situazione nel
Mediterraneo orientale e sulle relazioni dell'UE con la Turchia, infatti i
membri del Consiglio europeo sono giunti ad una conclusione, ovverosia di
stabilire delle relazioni politiche, economiche e commerciali. Questo consente
di stabilire una maggiore cooperazione con la Turchia.                                                                                                                       
Tali relazioni con la Turchia permettono di mitigare le tensioni e
migliorare la comunicazione. Grazie al rapporto di dialogo dell'UE con la
Turchia saranno esaminate le problematiche nella messa in atto dell'unione
doganale e consente di prendere in considerazione argomenti di interesse
reciproco, quali salute pubblica, il clima e la lotta al terrorismo.

L'ultimo punto trattato all'interno della videoconferenza tra i membri
del Consiglio europeo è inerente alla Russia, difatti si proseguirà con un
ulteriore sviluppo nelle relazioni tra l'Unione europea e la Russia, in ogni
caso si stabilirà una riunione in cui si tratterà questa questione.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO